UNA NOTTE DI LAVORO: DANNI NOTEVOLI PER IL MALTEMPO IN OLTREPO, DUE MORTI IN PIEMONTE

Facebooktwittermail

E’ stata una notte di duro lavoro da parte dei Vigili del Fuoco, degli uomini della Protezione Civile e dei volontari della Croce Rossa, specie in Oltrepo Pavese. Allagamenti, fango, detriti hanno rovinato devastato ancora una volta il territorio e invaso molte abitazioni. Ieri sera (Lunedì 21) era circolata in rete anche una foto di un tornado: in realtà è stato appurato che la foto era un fake ma un mini-tornado in realtà c’è stato, avvistato da molte persone nella zona tra Casteggio, Voghera e Pontecurone. Spiegano così la situazione anomala di ieri da Meteo Oltrepo Pavese: “il continuo temporale di ieri si è generato da una forte convergenza tra la Tramontana e lo Scirocco, che ha tenuto la linea temporalesca stazionaria tra Alessandrino e Pavese per molte ore”.

Altro punto da chiarire: Ferrovie dello Stato non ha inviato pullman, come annunciato in un primo momento, per riportare ai luoghi di destinazione i pendolari che da Milano avevano preso gli intercity diretti verso la Liguria e che sono stati bloccati in serata tra Pavia e Voghera, essendo la zona dell’alessandrino e del genovese completamente allagata e impraticabile. Quindi oltre al danno la beffa, per centinaia di pendolari costretti a farsi venire a prendere dalla Liguria da parenti ed amici per evitare di trascorrere la notte fuori casa. Ma è nell’alessandrino che si contano i danni maggiori e anche due vittime: è stato trovato morto un tassista di Genova nella zona di Arquata. Mentre in un incidente stradale causato dal maltempo un pensionato di 81anni del torinese ha perso la vita a Strambino. Salvi invece due dispersi nell’alessandrino. Allagamenti a Novi Ligure, danni anche in ospedale, fango per le strade di Gavi. Il Piemonte chiederà lo stato di calamità naturale. In mattinata arriva il capo della Protezione Civile Borrelli per un vertice in prefettura ad Alessandria. Il Po si è gonfiato di oltre 3,5 metri nelle ultime 24 ore sotto la spinta dei nubifragi, secondo i rilevamenti al Ponte della Becca, alle porte di Pavia, e viene tenuto in costante monitoraggio.  Sul fronte trasporti sono tornati a circolare i treni sulle linee Genova-Milano e Genova-Torino, dove restano però alcuni disagi legati a rallentamenti e cancellazioni. Si viaggia a velocità ridotta tra Arquata e Cassano, come anche tra Novi Ligure e Arquata. Resta completamente interrotta la circolazione sulla Genova-Acqui nella tratta tra Ovada e Campo Ligure, dove viaggiano bus sostitutivi. Oltre 60 tecnici Rfi sono al lavoro sulle linee danneggiate.

Continuate ad informarci, ad inviarci foto e video del maltempo nella vostra zona scrivendoci a info@agenziacreativamente.it o paviauno@gmail.com. Forniamo una informazione chiara e tempestiva, di servizio, con la collaborazione di tutti, grazie a Itinerari/Agenzia CreativaMente e a Pavia Uno Tv, sempre attive, H24, su tutto il territorio pavese e nel fuoriporta.

Maltempo Casteggio