STAYIN’ ALIVE: IL TEATRO FRASCHINI BALLA SULLE NOTE DEGLI ANNI 70

Facebooktwittermail

LV Gospel Project ha fatto centro con l’evento creato per sostenere il restauro del Duomo di Pavia

Una serata da incorniciare quella vissuta al Teatro Fraschini con “Stayin’ Alive – LVGP Sings 70s”, spettacolo di beneficenza per sostenere il restauro e il completamento del Duomo di Pavia. Teatro sold out e pubblico in delirio per i brani che hanno fatto rivivere quei fantastici anni 70, da “Let it be” dei Beatles a “Burning Love” di Elvis Presley, “Knockin’ on Heaven’s door” di Bob Dylan, “Love of my life” dei Queen, “Mamma mia” degli Abba, fino alla disco dance anni 70 rievocando il mitico Studio 54 di New York (anche nei costumi, nelle scenografie, negli eccessi e nelle stravaganze), con il pubblico che si è proiettato a bordo palco per ballare sulle note di “Born to be alive” di Patrick Hernandez, “Stayin’ alive” dei Bee Gees, oltre a Donna Summer con “Hot Stuff”.. Lo spettacolo, inserito nel cartellone del Festival Borghi&Valli e presentato da Diego Bianchi di Radio Monte Carlo – News Mediaset, era una sorta di viaggio attraverso canti, coreografie e video a tema proiettati su grande schermo, per far rivivere al meglio le atmosfere di un decennio che ha cambiato il mondo. Ad arricchire la serata, accanto ai componenti di LV Gospel Project guidati da Francesco Mocchi, c’erano le ballerine della scuola di danza MC 360, con la collaborazione della scuola di teatro “In Scena Veritas” di Pavia e le letture sceniche di Isabella Ravetta.

Durante la serata sono intervenuti anche il Presidente della Fabbriceria della Cattedrale di Pavia Franco Mocchi e il Vescovo di Pavia Mons. Corrado Sanguinetti: “Il ricavato di questo evento – hanno spiegato – sosterrà alcuni lavori di restauro del Duomo. Tra i lavori ancora in corso ricordiamo la sistemazione del giardino della piazzetta sul lato sud, mentre dovremmo anche avviare i lavori per il recupero di due cappelle che si trovano nel transetto di destra, a fianco dell’altare dedicato a S. Riccardo Pampuri. E poi abbiamo in programma anche il restauro del campanile e il rifacimento del pavimento del Duomo”. La Cattedrale, costruita su progetto di Leonardo e Bramante a partire dal XV secolo, è stata riaperta nel 2012 dopo imponenti lavori di consolidamento a seguito del crollo della Torre civica nel 1989.

“Desidero ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro contributo in qualsiasi modo a questa serata, che mi ha davvero emozionato” commenta Francesco Mocchi – “a partire dal service audio video curato da MusicLab Milano di Luca Colombo, la regia live di Marco Rognoni e il suo staff, lo studio fotografico CameraOff di Alessandra Fuccillo, Francesca Biffi per la supervisione costumi, Agenzia CreativaMente e Pavia Uno Tv, con Diego Bianchi che ha condotto l’evento, destinato a rimanere impresso nella storia della nostra città, visto l’entusiasmo che ho avvertito in tanta gente”.

LV Gospel Project è una ensamble vocale tra le più quotate sul territorio nazionale, naturale continuazione della storica Corale Universitaria Lorenzo Valla. Il coro è composto da 33 elementi, dallo standard qualitativo davvero elevato. “Cantare non è un gioco – spiega il direttore Francesco Mocchi – i momenti di condivisione e allegria sono all’ordine del giorno nel nostro gruppo, ma tutto questo deve essere accompagnato da un attaccamento alla “maglia” e dal desiderio di migliorarsi. Ad oggi LV Gospel Project propone un repertorio molto ampio, circa 60 brani, che spazia dal Gospel contemporaneo al pop-rock attuale fino alla musica anni 70, come nel caso della serata al Teatro Fraschini.

Foto e video dell’evento sono disponibili sul sito www.festivalborghievalli.it