SERATA DI CORI PER IL TOGO: UN PONTE DI SOLIDARIETA’ CON LOME’

Facebooktwittermail

Canti gospel e spiritual ma anche sfilata con abiti africani, per raccogliere fondi per la Maison de Bethanie

Una serata all’insegna della musica e della solidarietà quella organizzata dalla Parrocchia di Lungavilla presso l’Auditorium, in collaborazione con Associazione Insieme e Porana Eventi. Inserita nell’ambito della rassegna “Borghi&Valli”, ha visto la partecipazione del San Germano Gospel Choir di Rivanazzano Terme e dei solisti del coro Arcobaleno di Broni diretti da Maicol Troni.  E così, tra gospel e spiritual ma anche brani più recenti, si sono susseguiti gli applausi per il gruppo oltrepadano (che festeggia quest’anno i 40 anni dalla fondazione, sempre con l’insegnante Isabella Salvo e accompagnati alla chitarra da Stefano Stringa) e giovani cantanti come Kevin Bat Zella, Marianna Cuomo e Daniele Andolfi. Il tutto con un unico obiettivo, tenere vivi l’attenzione e gli aiuti per il Togo, nazione dell’Africa Occidentale con più di 6 milioni e mezzo di abitanti, affacciata sul Golfo di Guinea. Una terra governata da oltre 50 anni dalla dinastia Gnassingbé, che le opposizioni vogliono fare decadere con imponenti manifestazioni e proteste di piazza che spesso sfociano nella violenza tra forze dell’ordine e popolazione. Nella capitale, Lomè, in tutto questo scenario, è attiva da diversi anni la “Maison de Bethanie”, ovvero una casa dell’accoglienza voluta da Suor Victoire Lucette, 45 anni di consacrazione religiosa e una vita spesa a favore dei bimbi senza più una famiglia e una casa, molto spesso orfani, raccolti per le strade e inseriti in questa casa costruita mattone dopo mattone dalla stessa suora. Sono una sessantina i piccoli ospiti di questa casa, l’obiettivo è arrivare presto a cento, visti i bisogni crescenti. Per questo la sorella di Suor Victoir, Byby Lucette, infermiera presso l’ospedale di Voghera, organizza mercatini ed eventi di solidarietà in Oltrepo, prepara tutto l’anno oggetti di artigianato togolese utilizzando materiale riciclato, cerca di raccogliere fondi per sfamare e curare tante piccole vite, malate, indifese e senza famiglia. Al termine della serata musicale di Lungavilla non poteva mancare la tradizionale sfilata con gli abiti africani preparati dalla stessa Byby con stoffa togolese; il tutto animato da Luisa Dosseni Spalla, organizzatrice di numerosi eventi di moda e solidarietà sul territorio con il claim “Modelle per una sera”, per dare la possibilità a tutti di indossare abiti variopinti e di sfilare proprio come sulle grandi passerella di moda, con la musica d’accompagnamento e gli applausi degli intervenuti.

Per offerte al Centro Maison Bethanie del Togo i riferimenti sono:
Banque Postale Rhone – Alpes – France ; IBAN FR5320041010123937115N03370. N° DE COMPTE 3937115N033 ; 33Rue Ernest Laval ; 92170 Vanves (France). Tutto il lavoro svolto presso il Centro è anche sulla pagina Facebook della onlus.