MARTEDI’ SERA DA INCUBO PER IL RIENTRO DEI PAVESI, FRA TRENI BLOCCATI E SCOSSA A FORTUNAGO

Facebooktwittermail

scossa terremoto fortunagoUn Martedì sera da dimenticare per i pendolari che da Milano dovevano rientrare a Pavia e in Oltrepò: prima un guasto alle porte, poi un atto vandalico con conseguenti ritardi sul treno 2165 delle 18,10 (Milano Centrale – Arquata Scrivia); poi il caos totale, a causa di un atto estremo da parte di un uomo che si è gettato sotto il treno 10595 (Milano Greco Pirelli-Piacenza) a Pieve Emanuele, attorno alle 19,15. Così i treni dal capoluogo lombardo sono rimasti bloccati a lungo, accumulando ritardi anche di quattro/cinque ore, per chi era diretto a Voghera, Tortona e in Liguria o anche verso Broni-Stradella. Soliti disguidi di una Trenord allo sbando, con soli due pullman sostitutivi arrivati stracarichi a Rogoredo a Pavia e poi da lì annunciati treni (risultati poi fantasma, nel senso che in stazione non si sono visti) per Voghera. La gente, esasperata, si è affidata anche ai taxisti, che hanno fatto festa per una sera lungo la tratta Pavia-Milano. Alle 22,26, poi, l’istituto nazionale di geofisica e vulcanologia ha rilevato una scossa di 2.6 della Scala Richter in Oltrepo Pavese, con epicentro a Fortunago, ad una profondità di 25 km. Nessun danno, fortunatamente, dato il livello leggero della scossa, non sono stati neppure in molti ad avvertirla. Ma tanto è bastato a creare un tam tam in rete e a creare un po’ di panico tra la popolazione oltrepadana.

#news #treni #ritardi #cancellazioni #disagi #trenord #pendolari #milano #pavia #voghera #terremoto #scossa #fortunago #oltrepopavese #paviaunotv #itinerarinews #diegosocialmediajournalist