IL CAMPO ESTIVO DELLA CASA DEL GIOVANE DI LUNGAVILLA

Facebooktwittermail

Anche quest’anno è partita la grande avventura del Campo Estivo presso l’Oratorio Casa del Giovane di Lungavilla. In queste belle foto di Laura Tambussi c’è tutta la gioia, la freschezza, l’entusiasmo dei cento ragazzi che vi partecipano, con i loro animatori/educatori e i volontari che assicurano un pasto caldo a pranzo. Il tutto coordinato come ogni estate (è la 25esima edizione) da Don Cesare Depaoli, sempre vicino ai giovani del paese, dalla prima elementare alle scuole medie, e con tanta voglia di far gruppo all’ombra della parrocchia di Santa Maria Assunta. Appena terminate le scuole ecco dunque che partono le giornate, quelle piene, in cui vivere momenti di spensieratezza attraverso il gioco ludico, ma anche momenti di condivisione e di riflessione su temi legati al sociale, il pranzo comunitario, laboratori, piscina, biciclettate, passeggiate e tanto altro. “La Parrocchia S. Maria Assunta – spiega Don Cesare – ha sempre posto una particolare attenzione all’educazione della gioventù. Per questo proponiamo anche questa volta il campo estivo, in una visione ispirata alla concezione cristiana dell’uomo e della realtà. Il campo estivo svolge attività ricreative e di tempo libero per una concreta politica di prevenzione e socializzazione per i minori che, nel periodo di vacanza, rimangono nel luogo di residenza. Il nostro obiettivo fondamentale è quello di educare il minore alla vita di comunità e favorire lo sviluppo e l’espressione delle sue capacità ricreative e la sua formazione culturale integrando il ruolo della famiglia e della scuola. I programmi di attività ed i regolamenti interni prevedono adeguate forme di svago, impostando l’organizzazione al principio dell’autodisciplina comunitaria”.