GLI ULIVI DEL BORGO DI PORANA

Facebooktwittermail

Sono stati inaugurati durante la funzione della Domenica delle Palme, accanto al nuovo arredo liturgico nella Chiesa di S. Crispino

Due ulivi, nella piazza della chiesa del Borgo di Porana, per sottolineare l’anno del Giubileo e per ricordare tutte le vittime della violenza. Così la Domenica delle Palme Don Cesare de Paoli, parroco di Lungavilla e Porana, ha benedetto i due nuovi ulivi che, grazie ai volontari di Porana Eventi, vanno ad abbellire le due aiuole ricavate ai lati del piazzale della chiesa di S. Crispino dopo il recupero artistico dello scorso anno. “Dovevamo risistemare queste aiuole per l’arrivo della Primavera, così abbiamo pensato di piantare gli ulivi del Giubileo e della pace, per lanciare anche un messaggio di pace dalla nostra comunità – spiegano i responsabili di Porana Eventi -. Abbiamo fatto anche posizionare due targhe ai lati di queste aiuole, per ricordare tutti i benefattori del nostro borgo ma anche tutte le vittime dell’odio e della violenza”. Durante la funzione delle Palme sono stati benedetti anche i nuovi lezionari acquistati con le offerte raccolte in memoria di Andrea Gerardo, scomparso poche settimane fa a soli 45 anni a causa di un male incurabile : “E’ stato anche chierichetto presso la nostra parrocchia e la mamma è da anni una socia di Porana Eventi, ci sembrava giusto ricordarlo in questo modo, visto che molti amici e vicini di casa hanno fatto una colletta per poterlo ricordare nel migliore dei modi”. I volontari dell’associazione hanno anche allestito i mercatini pasquali con la vendita di cioccolatini, oggetti e manufatti per raccogliere fondi per aiutare la parrocchia nel pagamento dei debiti per il restauro del sagrato: la mattina di Pasqua, dopo la Messa cantata delle 9, sarà estratto un grande uovo di cioccolato, oltre ad altri dolci a tema. Infine, grazie all’operato delle sarte del borgo, in particolare di Anna Civeriati, è stata inaugurata la tovaglia preparata con il taglio di raso particolarmente pregiato, dono di Dina Maiocchi alla parrocchia: coprirà il tavolo accanto al leggio del Giubileo, dove verrà posta la statua della Madonna di Lourdes.