FESTA DI SANTA CATERINA IN C.R.I. A VOGHERA

Facebooktwittermail

Per la festa di Santa Caterina da Siena, copatrona d’Europa e patrona del Corpo Infermiere Volontarie della Croce Rossa Italiana, presso il Comitato C.R.I. di Voghera è stato organizzato un pomeriggio di celebrazioni, iniziate con la funzione religiosa officiata da Don Loris, della vicina chiesa di Don Orione, e proseguite con la consegna dei diplomi ed un rinfresco aperto a tutti i soci C.R.I. e alla cittadinanza. Alla festa erano presenti anche rappresentanti delle forze dell’ordine cittadine. Don Loris ha posto l’accento proprio sulla vita di Santa Caterina, sulla sua santità, il saper donarsi agli altri: “Il Motto delle Crocerossine “Ama, Conforta, Lavora, Salva” interpreta con grande orgoglio lo spirito della Santa Patrona, sempre ardente di mirabile carità verso i bisognosi, che non risparmiò nessun impegno e travaglio per procurare il bene del prossimo”. Un Corpo, quello delle Infermiere Volontarie di Croce Rossa, fondato nel 1908, anche se risale ai due anni precedenti il primo corso di formazione per infermiere, organizzato a Milano nel 1906 da un gruppo di donne sensibili al problema dell’assistenza agli infermi. Tra di esse ricordiamo Sita Meyer Camperio, Rosa De Marchi, Matilde Visconti di Modrone.
Il corso ebbe molto seguito e l’iniziativa si diffuse in altre città quali Genova, La Spezia, Firenze e Roma dove il Corso fu inaugurato con il patrocinio della Regina Elena: lì è nato ufficialmente il Corpo delle Infermiere Volontarie, che a Voghera vedono come Ispettrice Sorella Emma Messere.

Durante la cerimonia Sorella Maria Teresa Vercesi ha consegnato la lampada a Maria Rosaria De Lillo. I diplomi sono andati ad Antonia Magaly, Marica Alpeggiani, Barbara Bonandin.