FEBBRAIO AL TEATRO FRASCHINI

facebooktwittergoogle_plusmail

Da Venerdì 9 a Domenica 11 Febbraio è di scena la prosa al Teatro Fraschini di Pavia con “Dieci piccoli indiani..e non rimase nessuno!” di Agatha Christie. Racconta alla vigilia della seconda guerra mondiale, il giallo di dieci sconosciuti invitati su un’isola dove trovano, all’interno delle camere, una filastrocca in cui si racconta la morte di ognuno di loro. Infatti una serie di omicidi misteriosi getta nel panico gli ospiti, e fa sorgere il dubbio che l’assassinio si nasconda tra di loro. Ambientato negli anni ’40, lo spettacolo si avvale di dieci protagonisti, tra i quali spiccano per popolarità teatrale Ivana Monti, Luciano Virgilio, Mattia Sbragia e Carlo Simoni.

Per la rassegna “Altri Percorsi” Martedì 13 Febbraio arriva “Mr Pùntila e il suo servo Matti”, di Bertolt Brecht, con regia e scene Ferdinando Bruni, Francesco Frongia.

Scritto da Bertolt Brecht durante l’esilio finlandese nel 1940, è un testo con una inaspettata vena comica costruito sulla contrapposizione fra padrone e servo e quindi sulla impossibilità di comunicazione e convivenza tra classi diverse. Il ricco possidente Pùntila quando è sobrio tiranneggia i suoi dipendenti, mentre quando è ubriaco socializza con tutti. Una geniale allegoria capitalista che viene presentata nella versione vivace e corale del Teatro dell’Elfo, supportata dalla musica dal vivo e dal canto, con una affiatata compagnia di dodici attori, e che risulta azzeccata nei ritmi e nella verve comica, più commedia che teatro epico.

Da Venerdì 16 a Domenica 18 Febbraio c’è “Filumena Marturano”, opera tra le più interessanti di Eduardo De Filippo, racconta di Filumena, ex prostituta, moglie devota e sottomessa a Domenico Soriano. Quando quest’ultimo decide di abbandonarla per una donna più giovane, Filumena rivela di avere tre figli, di cui però solo uno è di Domenico: quale? La donna tiene il segreto, Domenico logorato dalla curiosità la riprende con sé; lei però, con grande fermezza non svelerà più nulla. La versione che più si è fermata nell’immaginario collettivo è quella cinematografica diretta dal Vittorio De Sica con l’inossidabile coppia Mastroianni-Loren. Protagonisti oggi in teatro, diretti da Liliana Cavani, sono una intensa Mariangela D’Abbraccio e il solido Geppy Gleijeses.

Giovedì 22 Febbraio è di scena la danza con Introdans e lo spettacolo “Hooray for Hans!”. La compagnia olandese, una delle formazioni contemporanee principali d’Europa, presenta uno spettacolo dedicato a Hans Van Manen, uno dei maggiori coreografi contemporanei. Tre importanti lavori del Maestro compongono la serata: l’effervescente Polish Pieces, il celeberrimo In and Out e Black Cake, creato per i trent’anni del Nederlands Dans Theater. Una serata che mette in risalto la vivacità e la forza di questo ensemble fondato nel 1971 da Hans Focking e Ton Wiggers e che rappresenta, il vertice della danza contemporanea nord europea.

Venerdì 23 Febbraio ecco Antonio Vivaldi e Astor Piazzolla “Le Otto Stagioni”. Protagonisti I Virtuosi dei Berliner Philharmoniker, ovvero le prime parti dell’omonima orchestra: dal 1993 si esibiscono con successo in tutto il mondo. Il loro repertorio spazia dal classico al contemporaneo (Jazz e Tango). Torna a suonare al Teatro Fraschini il violinista israeliano Shlomo Mintz, uno dei musicisti più acclamati, vincitori di innumerevoli premi tra cui il Premio Accademia Musicale Chigiana di Siena, il Diapason d’Or, Il Grand Prix du Disque, Il Gramophone Award e L’ Edison Awards. Sabato 24, infine, arriva la comicità di Geppi Cucciari.

Dieci-Piccoli-Indiani-01

 

Info: www.teatrofraschini.it, 0382.3711