ALTRI VENTIMILA EURO DONATI A PAVIAIL NEL SEGNO DI LUCA BASSI

Facebooktwittermail

 

Arriva la Pasqua e per i volontari dell’associazione “Luca per non perdersi nel tempo” significa la vendita delle uova di cioccolato dell’AIL in Piazza Duomo a Voghera e anche su prenotazione. “Anche quest’anno è stato un grande successo – spiegano Piera e Lorenzo Bassi, i genitori di Luca -: stiamo consegnando oltre 600 uova e questa per noi è una grande gioia, perché chi acquista un uovo pensando a Luca aiuta la ricerca contro le leucemie e continua ad alimentare tutte le iniziative di solidarietà che promuoviamo in ricordo di nostro figlio”. Luca Bassi, psicologo di Torrazza Coste, si è spento nel 2011 a soli 32 anni per un linfoma di non Hodgkin, ma rivive sempre nei suoi genitori e nei suoi amici, che hanno dato vita all’associazione “Luca per non perdersi nel tempo”. Tutta la storia di Luca è racchiusa nel libro “Camera 18”, edizioni Insieme, scritto di getto da mamma Piera, ricordando quei momenti nella camera 18 del reparto di Ematologia del Policlinico S. Matteo di Pavia, dove Luca ha trascorso i suoi ultimi tre mesi di vita. “Quando si perde una persona che si ama ci sono due reazioni – spiega mamma Piera -: o ci si incattivisce o si decide di fare del bene agli altri. Ecco noi abbiamo scelto la seconda strada. Perché questi linfomi non si combattono uccidendoli ma amandoli”. E allora tutto l’amore sboccia anche nei bilanci di questa associazione, che nel 2017 ha versato direttamente a PAVIAIL contributi per 20.700 euro: comprendono anche i 1450 euro donati dal Veteran Car Club G. Carducci di Casteggio e i 2000 euro versati da Cantine Torrevilla per l’iniziativa delle bottiglie con etichetta “Luca per non perdersi nel tempo”, un bonarda e un pinot spumante che sono disponibili in ogni momento dell’anno presso le sedi di Torrazza Coste e Codevilla con etichette dedicate. I contributi raccolti sono utilizzati per il sostegno della ricerca nella lotta alle leucemie, linfomi e mielomi. “Nel corso del 2017 – spiega il prof. Paolo Bernasconi, presidente di PAVIAIL – siamo riusciti a devolvere contributi alla Fondazione IRCCS Policlinico S. Matteo di Pavia per il finanziamento o il cofinanziamento di contratti a favore di una biotecnologa per un programma di ricerca avviato dal Laboratorio di Citogenetica e Biologia Molecolare di Ematologia; un contratto per attività di data entry nell’ambito della ricerca ematologica; un contratto per attività assistenziale di diagnostica molecolare presso il Laboratorio di Citogenetica e Biologia Molecolare di Ematologia; un contratto per attività libero professionale diretta alla manipolazione e alla criopreservazione delle cellule staminali presso il Servizio Immunoematologia e Medicina Trasfusionale. E’ stata inoltre finanziata una borsa di studio per la ricerca del linfoma non Hodgkin e finanziato il soggiorno all’estero di una specializzanda dell’Istituto di Ematologia del Policlinico S. Matteo per lo svolgimento di un periodo di formazione e ricerca presso un centro ematologico di Vienna. L’encomiabile solidarietà costantemente dimostrata dall’associazione “Luca per non perdersi nel tempo” e da tutti i suoi sostenitori in memoria di Luca Bassi costituisce un fondamentale sostegno all’attività di PAVIAIL e a quella della Clinica di Ematologia”.

Questa associazione promuove ogni anno diverse attività sul territorio: da un progetto di educazione ed impegno civile presso le medie della scuola Giulietti di Torrazza Coste alla vendita delle uova di Pasqua AIL, dalle cene benefiche alla vendita del libro “Camera 1 – Baffi? Fi”, dalla camminata di inizio Luglio presso la tenuta Riccagioia di Torrazza Coste alle serate musicali e comico-dialettali con i Suroti.. “Anche in questo 2018 daremo vita a tanti eventi in ricordo si Luca – spiegano Piera e Lorenzo Bassi -, e vogliamo ringraziare davvero chi sta dando questo impulso alle donazioni a favore di PAVIAIL, tutti i soci dell’associazione, gli sponsor, gli amici di Luca, i volontari, l’amministrazione comunale di Torrazza Coste, la Protezione Civile, la Proloco Torrazzese, la C.R.I. di Voghera, gli amici della Comunità del Carmine, tutti i protagonisti degli eventi..”. Perché, come scriveva Luca Bassi, da buon psicologo, “c’è sempre un inizio nella vita, anzi la vita è fatta di tanti inizi e non esiste la parola fine”.

Per conoscere la storia di Luca visitare il sito www.lucapernonperdersineltempo.it o la pagina di facebook “Luca…per non perdersi nel tempo”, o chiamare il 339.6581256.