ALLA SCOPERTA DI OLIVA GESSI

facebooktwittergoogle_plusmail

Anche quest’anno l’attivo gruppo di “Amici di Oliva Gessi” ha organizzato un ricco programma per la festa patronale, quattro serate di eventi. In quella di chiusura vi ha preso parte il coro Cabalestra, diretto dal maestro Mario Borbero, con l’esecuzione di canti popolari piemontesi ed alpini. Un paese in cui l’ospitalità è di casa, con il sindaco Giuseppe Ascagni a dare il benvenuto ai numerosi partecipanti. Al termine ricco rinfresco per tutti, offerto dalle signore di Oliva Gessi e una super pasta preparata dalla cuoca Doc Carlina. Oliva Gessi è uno dei comuni più piccoli della provincia di Pavia, conta 180 abitanti, si trova sulle colline dell’Oltrepo Pavese, tra Casteggio e Montalto Pavese, presso i torrenti Rile San Zeno e Verzate. Ai depositi gessosi (formazione gessoso-solfifera), anticamente sfruttati e situati nella località Gessi, è dovuta la seconda parte del nome. L’area dove si trovava l’antica cava è oggi caratterizzata dalla presenza di alcuni affioramenti fossili e di una ricca flora spontanea, con i colori vivaci delle fioriture e con gli ordinati filari dei vigneti. Il paese è conosciuto per aver dato i natali a S. Luigi Versiglia ed è un punto di riferimento per tutti gli appassionati del buon vino grazie al suo pregiato Riesling. La piccola comunità è molto legata anche all’arte teatrale. Da ricordare il teatro “M. De Filippi”, il più grande d’Europa in relazione al numero degli abitanti, e la compagnia teatrale “G74” che qui opera dal 1974, nata grazie al comico vogherese Beppe Buzzi, scomparso pochi anni fa.